Mar
11

IL “REDDITIELLO” È LA SCARPA DI ACHILLE LAURO

Leggo sempre più spesso commenti di osservatori anche autorevoli che definiscono il cosiddetto “reddito di cittadinanza” un “cambio di paradigma” rispetto alle politiche di sostegno alla povertà applicate fino ad ora, una specie di “rivoluzione” che dovrebbe insegnare qualcosa alla sinistra che per decenni avrebbe difeso solo una nicchia di privilegiati, ovvero quelli che un reddito lo hanno…



Mar
07

Dalla rete si legge Facebook di Barbara Schiavulli

Sono rientrata in Italia. Ho lasciato il Venezuela in un aeroporto presidiato da poliziotti a caccia di giornalisti. “Periodista! Periodista”. Aprivano le borse al check in e via macchine fotografiche, schedine, telecamerine. Ho finto di essere una maestra, come ho fatto per tutte le cinque settimane che ho trascorso in questo paese. Dal momento in cui sono entrata…



Mar
04

GRILLO: Il Razzismo falso problema. Una risposta: di Marcello Girone

E bravo Beppe “tutto e il contrario di tutto”, “oggi lo dico e domani lo nego”, benestarista d’annata! Il tuo “movimento” per ora ha tradito qualsiasi aspettativa e, come da statuto, si è rimangiato tutte le promesse (TAV, TAP, F35, trivelle, autorizzazioni a procedere, lo streaming, la scatoletta di tonno…) a parte il reddito di cittadinanza (la cui…



Feb
25

CHI PROVOCA CHI? di Ivano Sartori

Un ministro della Repubblica non può permettersi di beffeggiare chi lo contesta. Ai governanti il potere di governare, ai cittadini quello di criticare. E criticare cantando una canzone ispirata ai valori che sono a fondamento della nostra Costituzione mi pare il modo più civile di contestare una politica sgradita con evidenti impennate di sgradevolezza che provocano il rigurgito…



Feb
16

IL FILOSOFO E LA TELEVISIONE

È un intellettuale famoso. Un filosofo. Sempre in televisione. Con quella barba che gli nasconde la bocca, con quegli occhi piccoli e luccicanti, con quelle sopracciglia spioventi, piace alle donne. Sua moglie è gelosa. Gli rimprovera di essere ospite quasi fisso del programma di una giornalista che si vede bene quanto spasimi per lui e gli faccia gli…



Feb
11

Dalla rete si legge di Andrea Vanacore

La bocca sollevò dal fiero pasto quel “capitàn”, suggendo lo stecchino del lordo che venià dal dente guasto. Indi ruttò: «Di ruspe al popolino parlar è l’argomento che mi preme anneghin nere, in mare col bambino! Possan le mie parole esser lo seme dell’odio che da traditòr io godo ché il cul dell’elettor è la mia speme! Io…



Feb
09

Vi ricordate chi era il guappo padano

… Continua a leggere …



Feb
07

Dalla rete si legge Facebook di Matilde Mangold

Quando chiuderanno l’inutile, noioso, anacronistico Festival di Sanremo sarà sempre troppo tardi. Sono uscita a cena e ho felicemente evitato di guardarlo. Ho ascoltato a latere su web un po’ di brani, visto un paio di siparietti fintamente comici (gag che non sono gag e non fanno ridere, banali e prevedibili) e per l’ennesima volta si riconferma…



Gen
31

IL CORAGGIO DEL CONIGLIO di Daniele Cinà

Dopo aver gridato per mesi “vado avanti”, “io non mollo”, “non mi fermo” ed altri slogan da quattro soldi, il ministro Salvini oggi supplica il Parlamento di negare l’autorizzazione a procedere contro di lui. Come uno Schettino qualsiasi, capitan Selfini, si rivela per quello che è: un imbarazzante vigliacco. Ma già lo sapevamo. Basta guardare come se…



Gen
26

Dalla rete si legge Facebook di Stefano Burbi

Enrico Berlinguer, segretario del Partito Comunista dal 1972 al 1984. Giorgio Almirante, iscritto al Partito Nazionale Fascista (fino al 1943), al Partito Fascista Repubblicano (1943-45) ed al Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale (1946-1988). Due personaggi estremamente diversi, due uomini agli antipodi. Non li ho mai visti insultarsi in nessun programma televisivo, né in bianco e nero…



Pagina 1 di 2112345...1015...Ultima »