BLOG : La voce di quasi tutti

Nov
29

Lavorare da casa ridurrebbe il CO2 di 214 mln di tonnellate l’anno. Dobbiamo incentivarlo.

Per chi lavora in ufficio, le giornate si svolgono tutte nello stesso modo: sveglia spesso all’alba, tanto tempo perso nel traffico per raggiungere il posto di lavoro, otto ore in ufficio davanti a un computer e poi di nuovo in qualche ingorgo per tornare a casa. Sorgente: Lavorare da casa ridurrebbe il CO2 di 214 mln di tonnellate l’anno. Dobbiamo incentivarlo.Continua a leggere …



Nov
22

Finita l’estate a nessuno interessa più dei diritti dei lavoratori stagionali

Nel 2018 il settore turistico italiano ha registrato 428 milioni di arrivi dall’estero. A questi si sommano gli italiani: secondo un’indagine di Confturismo-Confcommercio nel 2019 il 77% degli italiani ha scelto e di rimanere all’interno dei confini nazionali durante le vacanze Sorgente: Finita l’estate a nessuno interessa più dei diritti dei lavoratori stagionaliContinua a leggere …



Nov
13

Gli investitori scappano ma si può rimediare. Polillo spiega come  

Chiamare l’intero Paese ad uno sforzo collettivo per invertire quella rotta che porta, quasi inevitabilmente, alla perdizione. Ai mercati una garanzia di serietà con una tempistica precisa e verificabile. Sorgente: Gli investitori scappano ma si può rimediare. Polillo spiega come – Formiche.netContinua a leggere …



Ott
24

Lavorare 4 giorni a settimana è necessario per il progresso umano. Ecco come farlo.

“Dovremmo lavorare per vivere, non vivere per lavorare”, disse John McDonnell durante il suo discorso alla conferenza per il Labour Day britannico. Ne seguì anche una dichiarazione d’intenti precisa: introdurre una settimana lavorativa da 32 ore Sorgente: Lavorare 4 giorni a settimana è necessario per il progresso umano. Ecco come farlo.Continua a leggere …



Ott
14

LAVORO CHE VALE LA VITA di Marina Neri

Oggi giornata nazionale per le vittime del Lavoro. L’ Italia è una Repubblica Democratica fondata sul Lavoro. Res Publica : vilipesa Democratica: offesa Lavoro: umiliato Il Lavoro è la condicio sine qua non di ogni Dignità. Quella che si conquista ogni giorno. Quella che non può darsi per scontata , quella che uno Stato deve garantire…



Ott
12

Giovani: in Sicilia primato dei neet. Italia prima in Ue  

Nel nostro Paese la presenza di giovani etichettabili come ‘Neet’ (Not in education, employment or training), vale a dire che non studiano, non lavorano e non seguono nessun percorso di formazione, vede al primo posto la Sicilia, con un’incidenza del 38,6% della popolazione. Sorgente: Giovani: in Sicilia primato dei neet. Italia prima in Ue – Cronaca – ANSAContinua a leggere …



Ott
02

Di Maio diceva di aver risolto lo sfruttamento dei rider. Oggi sono ancora senza tutele.

Nei giorni scorsi, una lettera firmata da quasi 600 rider operanti in Italia è stata inviata al nuovo governo: “Da mesi, anzi anni ormai, siamo al centro di promesse e polemiche di ogni tipo, ma ci sembra che l’unica voce a non essere stata ascoltata sia proprio la nostra”. Continua a leggere …



Set
18

La nostra vita è dominata dal lavoro. E se smettessimo di lavorare 8 ore al giorno?  

Se chiedessimo a qualsiasi semplice cittadino, politico, sociologo, filosofo, scrittore, giornalista quale sia il problema più grande in Italia, la risposta sarebbe scontata: il lavoro. Se poi andassimo più nello specifico, interrogandoci su quale sia il problema con il lavoro Continua a leggere …



Mag
15

Il decreto dignità doveva eliminare i precari. Ma ora sono 65mila in più.

Qualche giorno fa mi trovavo in un’aula universitaria: uno studente ha chiesto a un giornalista di grande esperienza se, per esercitare questa professione da freelance, fosse consigliabile aprire una partita Iva. Continua a leggere …



Mag
13

Lo Sblocca Cantieri è un mostro giuridico. E non risolverà i ritardi italiani  

Un vero e proprio bignami del perfetto devastatore di territorio e di legalità. Nel Paese c’è un disperato bisogno di cantieri aperti e funzionanti per costruire il futuro. Eppure al governo c’è chi preferisce, per le scuole, pensare ai grembiuli anziché ai tetti che crollano Continua a leggere . . .



Pagina 1 di 41234