Gen
11

Donne e trentenni, nessuna buona notizia dal Decreto Dignità  

Il mercato del lavoro italiano non brinda alla stretta sui contratti a termine. Gli ultimi dati Istat di novembre 2018, i primi dalla fine del periodo transitorio, fotografano una situazione sostanzialmente ferma. Ma cala l’occupazione tra le donne e la fascia di mezzo dei trentenni Continua a leggere …



Nov
09

8mila persone dovranno trovare 3 lavori a 6 milioni di disoccupati. Il reddito di cittadinanza è impossibile.

Settembre 2018 è stato un mese epocale per la storia italiana: è stata infatti eliminata la povertà. Lo ha giurato il vicepremier e ministro del Lavoro Luigi di Maio al termine del consiglio dei ministri che ha trovato l’accordo sul Def. In realtà, i dati pubblicati a fine ottobre dall’Istat parlano di un aumento della disoccupazione, in particolare di quella giovanile. Sorgente… Continua a leggere …



Ott
19

La vita dello stagista perenne non ha dignità. Eppure l’accettiamo.

Sorgente: Nel nostro Paese, il tasso di disoccupazione giovanile è il doppio rispetto alla media europea, e, chiaramente, i settori nei quali intervenire sono tanti. Lo stage curriculare, che si differenzia da quello extracurriculare post-studi, può essere un mezzo adatto per combattere lo skills mismat chContinua a leggere …



Gen
25

Quanto lavorano gli italiani? Meno di tutti gli altri europei

Un popolo di santi, poeti e navigatori ma non di lavoratori. Se infatti le ore trascorse in ufficio dagli italiani durante la settimana sono in linea con la media europea, la durata della vita lavorativa nel nostro Paese è la più bassa a livello continentale: “appena” 30,7 contro una media di 35,4. Si tratta di […] Sorgente: Quanto lavorano gli italiani? Meno di tuttiContinua a leggere …



Mar
16

Ritmo, quantità, rapidità di Paolo Mottana

“Voi dovete prendere una cosa, perché vi parli, come l’unica cosa che esista, durante un certo tempo come l’unica apparizione, che dal vostro amore attivo ed esclusivo si trova collocata nel centro dell’universo e a cui in quel luogo incomparabile servono in quel giorno gli angeli […] Continua a leggere …



Gen
25

Iniziamo a parlare di riduzione del lavoro di Chris Carlsson

Abbiamo assistito ovunque a infinite campagne che promuovono il “lavoro” come un qualcosa a cui dobbiamo sempre essere a favore. Diversi testi e movimenti finalmente mettono in discussione quel dogma. Di sicuro il lavoro umano è sempre stato e resta il tallone d’Achille del capitalismo. […] Continua a leggere …



Giu
04

Oltre il lavoro di Andrea Staid

Guerre, conquiste e schiavitù hanno avuto un ruolo centrale nel trasformare le economie umane in economie di mercato e nell’imposizione del dominio del lavoro sulla vita delle persone. Del resto, come ricorda Andrea Staid in “I senza Stato” (Bèbert edizioni), «in greco e in latino il termine che oggi traduciamo con “lavoro” significava semplicemente sforzo, fatica, pena, sofferenza» […]… Continua a leggere …



Gen
13

« Fancazzisti italici »

C he sia un morbo pandemico, ne eravamo tutti al corrente, basta vedere tra Camera e Senato il loro fulgido esempio d’assenteismo ; salvo una manciata d’oneste persone che possono vantare il 100% di presenze…



Dic
02

Lessico psicopatologico: occupabilità di Paolo Mottana

É uno dei parametri vitali. Oggi. Nel tempo dell’evaporazione della vita, ci si misura a occupabilità. Molti organismi nazionali, internazionali, interregionali, verificano lo stato di occupabilità, con i loro termometri ferrigni. Non si sfugge alla verifica di occupabilità. […] Continua a leggere …



Nov
27

Le previsioni sbagliate di governi e imprese Giorgio Nebbia

Due principali temi, con risvolti anche ambientali, dominano il dibattito politico in Italia in questi anni: industrie e imprese in crisi che chiudono e licenziano i lavoratori e persone che sono senza occupazione o perché l’hanno perduta o perché non l’hanno mai avuta. Nello stesso tempo grandi problemi ambientali […] Continua a leggere …



Pagina 1 di 3123