BLOG : La voce di quasi tutti

Feb
10

Per tutti la Libia è un inferno. Per il governo un Paese con cui fare accordi.

Domenica 2 febbraio si è rinnovato automaticamente il Memorandum d’Intesa tra Italia e Libia, firmato nel 2017 dall’allora esecutivo di Paolo Gentiloni e dal Presidente del governo di riconciliazione nazionale libico Fayez al-Serraj. Sorgente: Per tutti la Libia è un inferno. Per il governo un Paese con cui fare accordi.Continua a leggere …



Feb
03

Il governo degli impreparati sta per rinnovare l’accordo con la Libia (sulla pelle dei migranti)  

Il 2 febbraio si rinnoverà l’intesa per altri tre anni. Non si sa quando ci siederemo al tavolo con i libici, né con quali interlocutori lo faremo. Mentre da Italia Viva, Leu, +Europa arrivano appelli per sospendere il memorandum Sorgente: Il governo degli impreparati sta per rinnovare l’accordo con la Libia (sulla pelle dei migranti)Continua a leggere …



Gen
21

Berlino: “Dovevate scegliere tra la guerra ed il disonore. Avete scelto il disonore ed avrete la guerra.”  

La conferenza di Berlino, indetta per dirimere la questione libica, si è presentata con un programma, sbilanciato a favore del generale Haftar, Sorgente: Berlino: “Dovevate scegliere tra la guerra ed il disonore. Avete scelto il disonore ed avrete la guerra.”Continua a leggere …



Gen
17

Attenzione, per Di Maio la Libia è un “porto sicuro” dove far sbarcare i migranti 

Nel disastro libico, il ministro degli Esteri e i colleghi grillini ritengono ancora valido il memorandum con Tripoli che, in realtà, non possono ritoccare a meno di spiacevoli conseguenze in politica interna Sorgente: Attenzione, per Di Maio la Libia è un “porto sicuro” dove far sbarcare i migranti Continua a leggere …



Mag
15

Alfano, il viaggio in Libia e il campo libero agli scafisti – L’altroquotidiano.it

I quotidiani italiani hanno dato ampio spazio all’arresto di un paio di scafisti che avevano traghettato dalla Libia alla Sicilia alcuni gruppi di migranti commettendo vari reati, compreso l’assassinio di un ragazzo che si era rifiutato di dare a uno di loro il proprio cappellino.Continua a leggere …



Mar
11

La barbarie di Tripoli e i compiti che ci attendono di NUCCIO FAVA

La tragica vicenda dei nostri quattro connazionali in Libia – dal momento del rapimento alla prigionia disumana di otto mesi , dalla carneficina a cui sono stati sottoposti i due assassinati alla funambolesca fuga che ha permesso la liberazione dei due sopravvissuti, sino alle esasperanti procedure ed il rinvio ripetuto prima del rientro a Ciampino delle…



Mag
12

In Libia l’Italia deve scegliere da che parte stare

Cosa fare in Libia? La situazione nell’ex feudo di Muammar Gheddafi è sempre più incandestente. Il caos regna sovrano. Fazioni diverse si fanno la guerra per il controllo del territorio e dei pozzi di petrolio e di gas, lo Stato islamico (Isis) controlla la città di Derna da mesi, mentre la comunità internazionale assiste in silenzio alla tragedia… Continua a leggere …



Mag
11

Ue: braccio di ferro per le quote sui migranti

Mentre Federica Mogherini parla all’ONU per coinvolgere la comunità internazionale nella soluzione dell’emergenza immigrazione, a Bruxelles sono ore decisive per quello che dovrebbe essere il primo libro bianco dell’Ue sui flussi migratori. […] Continua a leggere …



Feb
19

Dalla rete si legge da Facebook Annalisa Giuseppetti

San Filippo Neri ed azioni del califfato. Questa mattina parlavo con un amico al telefono. Lui – Ciao, come va? Io – Pensavo a San Filippo Neri, mentre guardavo gli ultimi avvenimenti e gli orrori, che avviliscono il nostro Paese ed il mondo intero. Lui – embè, pensi a San Filippo Neri? Io – Si….si! Sai, si fa…



Feb
18

La Libia è la porta dei terroristi verso l’Europa

“Non ci rassegniamo ad una Libia divisa e in guerra”. Sono le parole del ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, che in occasione dell’incontro con il suo omologo britannico ha dichiarato che l’Italia è pronta a inviare truppe per un’operazione di peace keeping sotto l’egida dell’Onu. Il caos libico sarà al centro della prossima riunione della Nato. Meglio… Continua a leggere …