Nov
08

Quelli che gridavano onestà continuano a fare regali alla mafia

Sorgente: Siamo nel maggio del 2018, e il contratto di governo, a firma dei due partiti incaricati di formare l’esecutivo, Lega e M5S, contiene un paragrafo che si ricollega a quell’agosto dell’anno prima e a tutti quei giorni che nella storia di questo Paese sono stati macchiati dal sangue degli omicidi di mafia: 69 parole vaghe che riassumono l’impegno del nuovo governo a combattere le organizzazioni di tipoContinua a leggere …



Lug
20

Borsellino, eroe caduto per la patria 

Il 19 luglio del 1992 fu ucciso a Palermo il presidente ideale della seconda repubblica italiana. Era un magistrato, Sorgente: Borsellino, eroe caduto per la patria – Marcello VenezianiContinua a leggere …



Giu
07

MORTE DIGNITOSA di Giusi Calò

Questo bel bambino sorridente in foto è Giuseppe di Matteo. Il 23 novembre 1993, alcuni affiliati a Cosa Nostra, travestiti da agenti della Dia, si presentarono con l’inganno al maneggio da lui frequentato e lo convinsero facilmente a seguirli: gli avevano promesso di portarlo dal padre, Santino, collaboratore di giustizia, che lui non vedeva da mesi. Il bambino…



Apr
07

Riflessioni di Anna mazzone

In tv ci va di tutto, si sa, e il telecomando per cambiare canale è supremo strumento democratico. Io stasera scelgo di non vedere Porta a Porta (e non è certo un sacrificio). Non vedrò Vespa perché trovo che sia indegno pubblicizzare il libro del figlio



Feb
04

L’asfalto di Capaci di Annalisa Giuseppetti

Legalità, crimine, malavita, giustizia e mafia. Tutte parole, dette dal di fuori. Ma, queste parole c’è chi le vive sul territorio e sorride leggendo articoli, ascoltando inchieste televisive di persone che provano “dal di fuori” a raccontare cosa sia veramente. No, non si può provare, deve raccontare chi sa, chi cammina in quelle strade, chi vede, chi ha vissuto…



Set
02

Da una vecchia trasmissione del 1978 “buonasera con …”

E’ cambiato qualcosa…Continua a leggere …



Feb
01

Il peacekeeper

C’è chi politico nasce e chi lo diventa: il nuovo presidente della Repubblica lo è diventato, per orgoglio e per amore, quando nel 1980 la mafia gli uccise il fratello. Era Piersanti, in famiglia, il movimentista: Sergio, che pure a casa aveva respirato la stessa aria, alle schede elettorali preferiva i libri e ai seggi le cattedre. Poi –…



Dic
07

Rientra tutto

Le campagne elettorali costano, e a Roma costano parecchio: dice una leggenda metropolitana che, alle ultime Regionali, qualche candidato abbia superato i 300 mila euro di spesa. Sulle parlamentarie – quelle che mobilitarono gli aspiranti deputati e senatori alla ricerca di 5 mila voti nelle vacanze di Natale 2012 – non si hanno stime precise, anche se qualche protagonista…



Dic
04

« Mani zozze sotto er Cupolone »

C he ci fossero delle ombre nel Comune di Roma era risaputo, ma che fosse una confraternita del malaffare non ci era dato da sapere, da illo tempore era un poltronificio per gli amici degli…



Ott
28

« Deliri di pseudo politica »

N e abbiamo lette e sentite di tutti i colori, dal patron del M5S, ma con questa ultima esternazione ha veramente tracimato nel ridicolo ; dal palco di Palermo nel suo intervento per lo “Sfiducia day”…



Pagina 1 di 212