Apr
14

Stabat Mater

Fijo bianco de polvere e spavento sepolto vivo sotto cinque piani, chiuso in una montagna de cemento, che scavo disperata co’ le mani. Fijo senza più un corpo, fatto a tocchi, squartato da le schegge de ‘na bomba, senza più naso e labbra, senza occhi, nell’aria evaporato, senza tomba. Fijo leggero come ‘na farfalla che dal mio seno…



Apr
13

Er calabrone e la farfalla

Er calabrone vide la farfalla che svolazzava allegra ner giardino. Lei annò a posasse su ‘na rosa gialla, lui se nascose dietro a ‘n rosmarino. Erano stati tempo prima assieme e s’erano voluti tanto bene. Poi ‘n giorno, senza daje spiegazione, lei lo lasciò e se mise co’ ‘n moscone. Ce soffrì tanto. Poi se tirò su. E…



Apr
11

Santa Calla

Poi ave’ fatto faville ner passato, poi ave’ retto le sorti de ‘no stato, ma se er cervello svalvola e traballa tocca che te riponi a Santa Calla*. * Vecchio detto romano. Fa riferimento alla Chiesa di Santa Galla vicino alla Bocca della Verità, demolita negli anni trenta, dove c’era un ospizio.



Apr
10

I capponi

Mentre la tera intorno lentamente diventa tutto un campo de battaja, qui da noialtri invece ce sta gente che ancora s’accapija e che baccaja scrivennose: – Piddioti!!! – – E voi? Grullini!!! – dentro le chat, che manco i regazzini. Se beccano tra loro ‘sti capponi come quelli famosi der Manzoni Nun vedono più in là del loro…



Apr
07

La cultura

Ho letto tanti libri in vita mia che forse me ce so’ giocato l’occhi. Dopo tant’anni penso tuttavia che legge troppo in fondo è ‘n po’ da sciocchi, anche se nun è uguale certamente ar fatto de nun legge quasi niente. La cosa pò sembravve alquanto scema, ma vojo spiega’ mejo ‘sto teorema. Se è vero che nun…



Apr
06

La linguaccia

Quanno sona la sveja ogni mattino e vado in bagno pe’ lava’ la faccia, ce sta ‘n tappetto in fonno ar lavandino che me soride e me fa la linguaccia. Pare che dica: – Ahò, bona giornata. Guarda lo specchio e fatte ‘na risata! clicca per video



Apr
05

Scatti perduti

Ho sempre amato fa’ fotografie fino da quanno ch’ero regazzino, ma come altre passioni e fantasie nun c’ho mai fatto er becco de ‘n quatrino. C’è stato un tempo, nun sto a di’ bucìe, che nun avenno i soldi pe’ er rullino annavo in giro a spasso senza fretta senza un bel niente nella macchinetta. Così er grugnetto…



Apr
03

La Natura

Portavo a spasso er cane stamattina e ho inteso due che sopra ‘na panchina parlaveno co’ toni da osteria de religione e de filosofia. – Contempla la Natura amico mio, guarda la sua infinita perfezione! Ogni creatura è immagine di Dio, ed ogni cosa ispira ammirazione! – – Parla pe’ te. A me la tua Natura me pare…



Mar
31

Corsi e ricorsi

Nelle difficoltà l’omo migliora e cor lavoro crea tempi felici. Poi quanno nun vo’ fa’ più sacrifici ingrassa e tutto quanto va in malora. E questa cosa, senza fa’ eccezioni, vale pe’ li cristiani e le nazioni. Ve chiedo, come se nun lo sapessi: mo pe’ voialtri come stamo messi?…



Mar
29

Villa Lazzaroni

Te lo ricordi quando nel giardino me so’ dimenticato un soldatino? Senza famme senti’, dentro al lettino, poi piansi co’ la testa ner cuscino, pensanno che potesse ave’ paura tutto da solo in quella notte scura. E te ricordi quanno che montavo sopra la giostra, sulla camionetta? Contro un nemico ignoto mitragliavo fino alla fine della musichetta. Poi…



Pagina 10 di 18« Prima...5...89101112...15...Ultima »