Ago
23

La Clandestina

Il mio destriero è tutto nero ed è Euro Zero. Ama la curva, il dosso, la cunetta. Odia la fila, il traffico e la fretta. Ma quanno che apro l’acceleratore sentiste come canta il suo motore. Me dicono che è vecchia poverina, che devo rottamalla, perché inquina. Sai che ce frega. Mo famo benzina e se n’annamo ar…



Lug
26

Due giorni

Due giorni sono stato sulla terra con gli occhi chiusi in un’incubatrice. Dove so’ nato io c’era la guerra, la gente è disperata ed infelice, nessuna canzoncina o dolci suoni, ma solamente urla ed esplosioni. L’ultima è stata quella che ha colpita la macchina che mi teneva in vita. L’aria mancava, è stato doloroso, il mio respiro sempre più…



Lug
21

I Pokemon

Quelli che vanno in giro come pazzi cor cellulare a ricerca’ pupazzi un paio de soloni assai saccenti l’han definiti “pori deficienti”. Nun date retta, nun ce fate caso, so’ vecchi co’ la puzza sotto ar naso. Pare ‘na stupidata, ‘na stranezza, ma a breve sarà questa la salvezza. Fra ‘n po’ ce invaderanno i saracini ma basteranno quattro…



Lug
18

La Comare Secca

Lo so che so’ sgradevole ed oscura, che te disturbo e che te fo paura, che so un pensiero triste ed inquietante da fasse passa’ subito, all’istante. Ma pure se ‘n te piace e te fa male, m’hai d’accetta’, perché so’ naturale. Er fatto è che sei abituato bene ner posto indove vivi e che sei nato, nun…



Lug
14

Il Cavaliere e l’infermiera

Nun me ricordo più su quale sito ho letto ‘sta notizia l’altra sera: pare che Berlusconi s’è stupito de quello che guadagna ‘n’infermiera. La cosa nun sorprende più de tanto se pensi a come vive er Cavaliere. Abituato sempre a avecce accanto lecchini, servi e donne de piacere, de chi fatica e campa onestamente è logico che…



Lug
13

Il topolino di Tor Bella Monaca

Sono io quel topolino che se vede nel firmino che ha postato er regazzino che è scoppiato poi un casino. Ero io coi miei fratelli che facevo quei saltelli. Dice che ieri matina quella bella signorina che è venuta qui vicina è la prima cittadina. Me pareva imbufalita quanno dopo se n’è ita. Ho pensato: – Qui…



Lug
12

Il grande manager

Quanno che a gonfie vele va er progetto vanno in televisione a gonfià er petto. Quanno che invece nun funziona niente danno la colpa a qualche dipendente. Fa’ i manager così so’ boni tutti, nun s’ha da esse geni certamente, ma de sicuro alquanto farabutti. Quanto nun la sopporto certa gente.…



Lug
07

Fratelli d’Italia

So’ Alessandro, me presento, er fratello de Angelino. Fino a ieri ero contento, oggi invece è un gran casino. – Come hai fatto a entra’ alle Poste? – Tocca da’ ‘n po’ de risposte, ma se parlo fo’ un bordello mejo parli mi fratello. Forse avremo esagerato, ma so’ stato sfortunato. Tutta colpa der compare che ha…



Lug
05

I silenzi di Nanni

Forse ricordo male o me confondo, ma n’eri te che assieme a tanta gente ‘na volta a settimana, sorridente, scennevi in piazza pe’ fa’ er girotondo? Nun eri te che sopra a ‘na tribuna, senza mostrare reticenza alcuna, dicevi serio al popolo plaudente: – Co’ questi nun se vincerà mai niente! -? E te ricordi quella giornalista…



Giu
25

San Policarpo

Ce so’ voluto entrà l’altra mattina e me so messo a sede su ‘na panca dopo la mia corsetta mattutina co’ un po’ d’affanno e la capoccia stanca. C’era silenzio. C’ero solo io. E me so’ messo un po’ a parlà co’ Dio. J’ho chiesto perché m’ha lassato solo co’ tutti ‘sti fantasmi ner cervello, j’ho chiesto…



Pagina 13 di 14« Prima...5...1011121314