Giu
24

Un anno

Me piace de pensa’ che quarche vorta, ner corso de quest’anno che hai passato, ar termine de ‘na giornata storta, dopo quarche discorso complicato, dopo ‘na carognata o ‘na menzogna, dopo quarche improvviso voltafaccia, er tradimento de quarche carogna, dopo quarche indecente figuraccia, de sera a casa a sbatte la capoccia o a piagne sola là sotto…



Giu
17

Er sangue

Er sangue che te scorre nelle vene è un patrimonio che non t’appartiene. Contiene la memoria del passato de chi t’ha preceduto e generato, de guerre, migrazioni, transumanze, de gioie, de riscatti, de speranze. Se questa cosa te fa senti’ fiero rifletti se la meriti davvero.



Giu
12

Er viaggio

Te lo ricordi quanno me dicevi: – Perché dici ‘ste cose? – e poi piagnevi. Io nun te davo retta e continuavo e sempre co’ ‘sta frase cominciavo: “Quanno a la fine de ‘sto carosello m’arivedrò la vita in un secondo prima de trasloca’ nell’artro mondo chissà le volte che dirò: – Che bello! – ”. Che belli…



Giu
07

La mosca coraggiosa

‘Na mosca che ronzava ner salotto, pe’ anna’ a succhia’ la buccia de ‘na mela, s’aritrovo’ impijata tutt’a ‘n botto dentro le maje de ‘na ragnatela. Ma ‘n se moveva, nun faceva un fiato. Quanno che quatto quatto arivò er ragno je fece un po’ sorpreso e imbambolato: – Ma ‘n c’hai paura che fra ‘n po’ te…



Giu
06

[Testaccio]

È ancora presto, manco so’ le otto, mo trovo posto e fo ‘na passeggiata. Certo a quest’ora è proprio ‘n ber casotto. Ma se la lascio qui a via Marmorata? Giro, rigiro, ma nun trovo ancora e intanto se n’è annata ‘na mezz’ora. Eccolo va! Macchè, c’è ‘n cassonetto… Vojo prova’ de novo sulla piazza. Lì c’entro? No…



Mag
31

La stornellata del poeta smemorato

Certe poesie so’ entrate nella storia, no come quelle mie, de Marazico. Purtroppo me difetta la memoria, nun fate troppo caso a quer che dico. Cantami o diva der Pelìde Achille… quanno che biastimava nel suo idioma. J’usciveno dar naso le scintille preciso a me se vo a vede’ la Roma. Nel mezzo del cammin di nostra vita……



Mag
29

Le lacrime

Se pensi che le lacrime de ieri so’ uscite solamente pe’ Francesco prova a scenne ner pozzo dei pensieri. Vorrei fatte capi’, se ce riesco, che quanno er ghiaccio che c’hai dentro ar core se scioje lentamente per amore, pe’ ‘n’emozione intensa, pe’ ‘n dolore, pe’ quarche cosa dentro che te more, capisci che quell’acqua cristallina che score…



Mag
27

Er bastardino

Ce sta ‘n laghetto dietro all’acquedotto, do’ nun se po’ fa’ er bagno, ché è vietato. Ma un bastardino nero e tracagnotto ha fatto un tuffo e ce s’è rinfrescato. Lo vide un vecchio alano brontolone, tenuto pe’ er guinzajo dar padrone, e disse: – Ma di ‘n po’, te pare bello? N’hai letto che c’è scritto sur…



Mag
20

La differenza

A legge quer che scrive tanta gente o a senti’ certi alla televisione, so’ tutti tolleranti o puramente so’ tutti quanti senza compassione. Ma messi co’ le spalle contro er muro, farebbero er contrario de sicuro. Se uno della Lega su ‘n canotto vede un migrante perso in mezzo al mare secondo voi che fa? Lo caccia sotto…



Mag
19

Er cinghiale

Lo so che po’ sembravve ‘na stranezza vedemme sotto casa che scorazzo e grufolo nei sacchi de monnezza e che ‘sta cosa ‘n po’ ve rompe er … Pensate che ‘na vorta da ‘ste parti, quanno che Roma n’esisteva ancora, nun ce toccava ingurgita’ li scarti de cui mo ce riempimo l’interiora. Ce stava er fiume che scoreva…



Pagina 4 di 13« Prima...23456...10...Ultima »