BLOG : La voce di quasi tutti

Gen
20

46 anni fa (il 16 gennaio 1969) uno studente – Jan Palach – si dà fuoco per contestare l’URSS…

Se cercate un Che Guevara nella lotta per la patria e la libertà contro l’oppressione, andate a Praga. L’immagine speculare di Che Guevara è un ragazzo di vent’anni, Jan Palach, l’unico sessantottino che pagò la Contestazione con la vita. Il 16 gennaio del 1969, Jan si dette fuoco in Piazza Venceslao davanti ai carri armati sovietici che avevano…



Gen
19

NON ARRIVANO A FINE MESE, MA NON SONO MICA FESSI

“Via, non coglionate così la gente, le famiglie non arriveranno a fine mese ma a capire che le state usando ci arrivano, eccome se ci arrivano…



Gen
15

CUCU. (in esclusiva) Napolitano, il puntellatore del sistema

Se l’Italia è infognata in questo modo e fino a questo punto la colpa principale non è stata del suo Presidente della Repubblica. Siamo onesti. Se abbiamo subito colpetti di stato, governicchi inetti o nocivi di larghe intese, assurdi bis al Quirinale, il regista non è stato Napolitano; semmai lui è stato il notaio e in…



Dic
31

Il Capodanno? È come la corazzata Potemkin…

Ma volete finirla con ‘sto Cenone di Fine Anno? È un’usanza da mensa dei poveri, da paese arretrato, da società affamata che una volta all’anno si spara un infinito pranzo e si permette il lusso di cenare fuori alla grande, levandosi le pieghe di stagionati digiuni. Ma per una società obesa come la nostra, fondata sul ristorante, la…



Dic
30

Cura natalizia per egocentrici

Per Natale vi regalo una cura formidabile contro il narcisismo e l’egocentrismo, malattie dilaganti. Ho cenato a fianco al premio Nobel Carlo Rubbia e da lui ho appreso dati che azzerano ogni vanità legata all’ego. Dunque, il numero di cellule viventi oggi sulla terra dotate di dna individuale è di 5 seguito da trenta zeri. Dunque, ciascuno di…



Dic
29

Natale al giorno d’oggi…

A Natale vestiamo a festa le rovine di Dio e della famiglia. Sospendiamo la verità giornaliera e ci caliamo nell’amabile bugia di una vita ancora piena di Dio e di famiglia. Ma è un addobbo natalizio per l’anima, è una recita a fin di bene, una tregua dalla vita vera sempre più disabitata di Dio e di famiglia…



Dic
27

CUCU. Mamma in camera, figlio in cameretta

Questa è una toccante storiella natalizia. C’era una volta una mamma e un figlio che vivevano in due camere. La cameretta del ragazzo si chiama Camera dei Deputati, alias Montecitorio che un micidiale anagramma traduce con “noto cimitero”. La camera della mamma evidentemente a lei dedicata si chiama Palazzo Madama, alias Senato. Il ragazzo si chiama Crippo…



Dic
23

CUCU. La cultura fallita per troppa destrofobia

Ha ragione Ernesto Galli della Loggia a notare sul Corsera la parabola del Mulino, la casa editrice bolognese, cenacolo di cultura liberale, che quando arrivò al potere Berlusconi si chiuse verso destra, anche verso gli esponenti “più degni”, e da élite si trasformò in oligarchia. Onestamente non so se questa sia la causa principale della sua crisi odierna…



Dic
22

Con il comunismo il paradiso traslocò in terra e divenne inferno

Il comunismo fu il tentativo fallito di estendere l’ordine religioso alla società. S’imperniò sulla rinuncia all’individualità, sulla comunanza di ogni bene, sulla comune catechesi ideologica e sull’attesa del paradiso, nonché sulla legge egualitaria, degna di un convento, «ciascuno secondo le sue capacità, a ciascuno secondo i suoi bisogni». Ma passando da una comunità eletta di frati -che scelgono…



Dic
18

CUCU. Ma una grande impresa può salvare il Paese

Ammazza com’è largo il fronte antiolimpionico: da Salvini a Crozza passando per mezza Italia, più i soliti inglesi. L’argomentazione è inoppugnabile: ma come fa un paese scassato come il nostro, incapace da anni di intraprendere un’opera pubblica di rilievo, in preda alla mafia e dintorni, a ospitare i giochi olimpici, per giunta a Roma e Napoli? Verissimo, ma…



Pagina 5 di 7« Prima...34567