BLOG : La voce di quasi tutti

Dic
01

SUPERIORI ANCHE NELLA CORRUZIONE

La repubblica italiana ha conosciuto due forme storiche di corruzione politica, quella come indole e quella come missione. I primi erano mariuoli allo stato puro, per avidità, per voluttà di privilegio, per familismo immorale. Era la corruzione casereccia, ad uso domestico, dell’era democristiana (ma cominciò la sinistra Dc a finanziare la corrente con le tangenti del Parastato). I…



Nov
25

CUCU. Tutto il potere ai puffi

Oddio, mi si è ristretta la democrazia. Avete presente cos’era la politica in Italia ai tempi della prima e della seconda repubblica? Era partecipazione di popolo, milioni di voti, mobilitazione di maggioranza. Ora si è ridotta a un campioncino di microrepubblica, formato smart, coi partiti bonsai che si contendono il potere in versione sette nani. È l’avvento…



Nov
22

CUCU.Ci mancava solo il grattacielo per i morti

Per smentire la convinzione diffusa che l’Italia sia un paese morto e che non siano più possibili grandi opere pubbliche, arriva da Verona il progetto di un imponente cimitero verticale che incomberà sulla città coi suoi 34 o 35 piani. I grandi progetti del futuro ormai riguardano solo i loculi. Suggerirei di superare il dubbio sui piani…



Nov
21

CUCU. Mattei di lotta e di governo

Matteo IV e Matteo I. C’era una coppia di cantanti fine anni sessanta che si chiamavano chissà perché Franco IV e Franco I, e tutti a chiedersi dov’erano finiti il II e il III. Cantavano “Ho scritto t’amo sulla sabbia” e amavano la stessa donna. Ora invece una ragione della numerazione c’è: Matteo I perché capeggia, benché in…



Nov
18

CUCU. La destra è un gas nobile

La gente continua a chiedermi, come se fossi il custode: ma che fine ha fatto la destra? La risposta più immediata e un po’ subdola è: sta lì, dirimpetto alla sinistra. Già, ma la sinistra è sparita in un imprecisato altrove. Nello stesso altrove è la destra. La sinistra è in liquidazione, anzi in liquefazione. Renzi…



Nov
11

Riflessione di Marcello Veneziani

“Lascio volentieri le sette intellettuali al clero di sinistra e il fideismo alle masse. Io mi tengo la solitudine in cui sono relegato. È arduo pretendere che Berlusconi torni indietro allo spirito del ’94. Il tempo cambia e gli uomini pure. Bisogna avere il coraggio di capire quando finiscono i cicli e reagire di conseguenza, senza pretendere forzosi…



Nov
06

CUCU. Giochiamoci l’ultima carta: la iella

L’Italia è diventata un paese leopardiano. Non per sensibilità poetica, letteraria e filosofica, ma per pessimismo economico, sociale e vitale. C’è un rapporto sugli indici di prosperità che ci vede agli ultimi posti nel mondo in fatto di aspettative e fiducia. Vediamo nero, come l’Africa. Il nostro vero premier non è Matteo Renzi ma il Gatto Nero…



Nov
05

CUCU. La sinistra con lo spacco laterale

La sinistra, quest’autunno, si porta con lo spacco laterale. Non la scissione, ci vuol coraggio per compiere uno strappo del genere. Meglio lo spacco laterale, che mostra ma non denuda, allude ma non esplicita, separa ma non tronca. Spaccatura obliqua, non drastica. Il Pd è diventato una gonna a balze, in ogni piega si annida un…



Nov
03

CUCU. Dichiarazione d’amore e Meridione

Caro Sud, dal primo giorno che non ti ho visto mi sono innamorato di te. Quando vivevo presso di te eri un fatto naturale, come il cielo e la terra, e non ci badavo, mi passavi accanto e nemmeno ti guardavo. Non ti consideravo, ti maltrattavo a volte, sentendomi a mia volta maltrattato, sognavo di abbandonarti. Poi…



Ott
28

CUCU. Lo Stato licenzia ma solo pecore e porci

Con grave turbamento ho appreso ieri che è stata licenziata la Pecora di Stato. Non si tratta, come potete pensare, di un dipendente pubblico conformista e gregario, di limitata intelligenza, che si lascia condurre dal dirigente pastore e si lascia intimorire dal lupo sindacale, ma di un ovino vero. Anzi di ben mille pecore che vivono a spese…