BLOG : La voce di quasi tutti

Mar
30

Magdi Cristiano Allam e la Turchia

(sulla questione di Cipro però non ha tutti i torti; per il resto, un cumulo di scemenze: le stesse che peraltro si leggono su buona parte della stampa “occidentale”) Magdi Cristiano Allam, europarlamentare e presidente del movimento politico “Io amo l’Italia” che aderisce al Gruppo dell’Europa della Libertà e della Democrazia (Eld) in seno al Parlamento Europeo,



Mar
24

Muà

(anticipo un paragrafo di una mia inchiesta sull’imprenditoria italiana in Turchia che verrà pubblicato su Develop.med dell’Istituto Paralleli; il gelato è buonissimo e il posto incantevole: consiglio a tutti di andare a provarlo)solenne.



Mar
20

Il 18 marzo in Turchia

Mi sono sempre interessato alla storia pubblica, al modo in cui il presente ufficialmente celebra – selezionandole accuratamente – le date del passato; e in Turchia, in effetti, il fenomeno è dilagante: non passa un mese senza qualche evento da ricordare in modo solenne.



Feb
29

Africa-Turkey Partnership Ministerial Review Conference

“Creare una cintura di stabilità, sicurezza e prosperità attorno alla Turchia”, che aspira a diventare “il centro geopolitico della regione afro-eurasiatica”. E’ l’obiettivo fondamentale della politica “degli zero problemi” enunciata e applicata dal ministro degli esteri Ahmet Davutoğlu: come il capo della diplomazia turca ha ribadito – con convinzione e compiacimento – nel discorso introduttivo dell’Africa-Turkey Partnership Ministerial Review Conference, il 16 dicembre nel palazzo imperiale di…



Feb
07

La Turchia e i pregiudizi degli italiani – florilegio bis

(si sta levando qualche voce critica – critica nei confonti dei commentatori islamofobi e anti-turchi – ma il flusso non si arresta: un misto di pregiudizi ben radicati nei confronti dell’Islam e di disinformazione incoraggiata dalle rappresentazioni caricaturali della Turchia dell’Akp diffuse da molti mezzi d’informazione italiani) se la turchia fosse entrata nella comunita’ europea non avremmo consegnato questo paese (almeno questo) agli islamici . Infatti si…



Feb
06

La Turchia e i pregiudizi degli italiani

Ringrazio Luca Tincalla che mi ha segnalato un post sul blog del Corriere della Sera, in cui – riprendendo un dispaccio dell’Ansa – si parla di statue, di “veli islamici”, di Atatürk, di modernità, di integralismo. Non entro nel merito della questione perché non la conosco sufficientemente bene; vi propongo però un florilegio di commenti al post: la cui natura islamofoba e anti-turca mi rafforza nella convinzione…



Feb
01

La Francia e la legge sul genocidio armeno – sviluppi

La risposta fin troppo calma e misurata della Turchia – e in particolare del primo ministro Erdoğan – all’approvazione definitiva da parte del Parlamento francese della legge che sanziona con un’ammenda e la prigione chi nega o banalizza i genocidi riconosciuti dalla Francia (la Shoah e quello armeno) lasciava presagire qualche interessante sviluppo; che puntualmente si è manifestato: cioè, il ricorso di un numero sufficientemente nutrito di…



Gen
24

Armenia: Parigi punisce chi nega il genocidio e Ankara promette vendetta

Il senato francese ha approvato la legge che punisce il negazionismo del genocidio armeno del 1915-1917 (morirono circa 1 milione e 500 mila armeni, uccisi dai militari della Gioventù turca) e ad Ankara esplode la rabbia. Il premier Erdogan fa sapere che entro oggi la Turchia adotterà nuove misure contro Parigi, per reagire allo schiaffo del Parlamento…



Gen
23

Siria: Assad rifiuta il piano della Lega Araba per uscire dalla crisi

Mentre Damasco continua a essere scossa da scontri tra attivisti anti-Assad e forze di sicureza del regime, il governo siriano respinge al mittente la proposta della Lega araba, per un’uscita pacifica dal conflitto, sulla falsariga del passo indietro del presidente Saleh in Yemen. Bashar al Assad non ha alcuna intenzione di mollare e sembra voler andare al…



Gen
17

Il 19 maggio in Turchia

Il 19 maggio, in Turchia, si celebra la “Giornata dei giovani e dello sport”: in ricordo dello sbarco di Mustafa Kemal a Samsun nel 1919 che diede inizio alla guerra di indipendenza, con parate e coreografie – protagonisti i giovani studenti – negli stadi. Da quest’anno, su decisione del governo, le celebrazioni negli stadi non ci saranno più: perché le prove sottraggono troppo tempo allo studio, perché…