BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Dic
11

Tanto rumore per nulla ?


Insisto sull’ignoranza politica del popolo italiano e forse di tutte le masse. Dal 2009 ad oggi ho cercato di formare il mio pensiero politico sulla percezione dei fatti, sull’analisi delle persone evitando di girarmi come una bandierina ipnotizzato dalla massa che senza sapere nulla, urlando al vento quello che gli viene suggerito. La notizia che ha letteralmente “sconvolto” parte degli italiani e non solo, è il risveglio della mummia (Liberation) Berlusconi che ha pensato bene di tornare a parlare e forse a “scendere” di nuovo in campo. Come ho già scritto in un post precedente Silvio Berlusconi non è un mago, ne un ipnotizzatore, ne il male assoluto ergo lo ritengo un uomo di 75 anni con pregi e difetti, paragonabile benissimo a tanti nostri padri. Anzi se guardo il mio, mi ha lasciato molto meno di quanto non abbia fatto lui con i suoi figli. Quindi di cosa stiamo parlando in questi giorni? Cosa vogliono gli “stranieri” da noi? Non mi sembra che i nostri “giornalai” abbiano fatto in passato titoli per screditare politici esteri. Ognuno ha in casa quello che si merita ma sopratutto ha quello che elegge. La paura del ritorno del Cavaliere non fa altro che alimentare il suo mito e detto tra noi, il fatto che gli economisti abbiano paura, mi fa anche pensare che lui sia poco governabile e questo forse lo rende off rispetto al trend che si è manifestato in tutta europa. Mi sbaglio o sui social network siamo stati i primi a elogiare i presidenti di Irlanda e Argentina per le loro posizioni poco inclini al volere degli speculatori? Il fatto che oggi siamo in mano ad un potere finanziario che ha devoluto alle banche un grande potere decisionale è innegabile, e la figura del sobrio governo tecnico ne è una riprova lampante, com’è anche vero che tale governo sia stato manovrato sin dall’inizio dai vigliacchi della politica tutta, ad iniziare proprio da quel PDL che un anno fa doveva rimettere il mandato per ritornare alle urne. Ma la faccia di cera di Monti è servita proprio a questo: mettere le mani in tasca agli italiani senza che la politica si sporcasse più di tanto. E allora dove nasce questo nuovo livore per il Cavaliere? Personalmente la mia scelta politica l’ho già fatta un anno fa e nessuno, dico nessuno, si è affacciato sulla scena affinchè l’abbia potuta modificare. Berlusconi rappresenta un altro politicante che ritorna sulla scena politica e sicuramente non avrà il mio voto, quindi non vedo perchè lo debba temere. Ma allora perchè gli altri lo temono? Cosa pensate possa fare un uomo così tanto odiato e sembra da nessuno votato? Certo torna a ribadire una cosa: se facessimo un sondaggio tra gli uomini Berlusconi, o meglio la sua vita, vorrebbe essere vissuta dalla maggioranza degli intervistati, perchè è innegabile che rappresenti il sogno di ogni uomo al quale piaccia vivere. Donne, soldi, auto, barche, case, non sono forse le cose più “ricercate” come obiettivo di vita? L’unico che può battere Silvio nei sondaggi è Rocco Siffredi, ma anche li si torna sul tema del sesso. Quindi cari connazionali prima di gridare al lupo bisogna accertarsi che ci sia, altrimenti diventa solo una paura collettiva generata dall’ignoranza, per poi scoprire che il lupo non è altro che un vecchio cane e che tanti allarmismi e figuracce potevano essere tranquillamente evitate.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*