«

»

Gen
05

TAXI – Pensierino di Falbalà

falbala


Un capitolo a parte della vita nella capitale riguarda il fantomatico mondo dei taxisti: le leggende metropolitane potrebbero attingere a piene mani senza mai rischiare di restare a corto di ispirazione. La mia alba lavorativa inizia con una corsa in taxi sotto la pioggerella nell’oscurità notturna, il giovane taxista masticante una gomma in modo rumoroso che mi dà del tu come se mi conoscesse da secoli, mi chiede la destinazione, la preferenza per il percorso, inarca il sopracciglio perplesso e poi si tuffa nelle vie buie. Mi distraggo leggendo quisquilie sul cellulare e complice il sonno e l’oscurità non mi accorgo che, secondo il taxista, la via più breve fra due punti è un arzigogolo di duemila chilometri anziché un’ideale linea retta: mi ritrovo a un tratto in una strada in salita, chiedo stupefatta “dove siamo?” e già mi preparo a sentirmi rispondere “Ariccia” visto il tortuoso percorso sconosciuto; mi risponde invece “Ah-ma-io-pensavo-che-fosse-l’altra-sede-indi-per-cui-non-capivo-perché-tu-volessi-fare-quella-strada…”; allibita e rassegnata sorrido alle sue scuse e lui inizia un racconto stordito della sua “notte-di-problemi-che-tu-non-sai” e mi ritrovo a dispensare un’immaginaria spalla psicologica su cui versare turbe e struggimenti di un taxista urbano; inizio a pensare che all’improvviso una luce aliena calerà sul veicolo e diverremo protagonisti di una puntata di “Twilight Zone”, teletrasportati in un mondo parallelo; poi come per miracolo giungiamo a destinazione, lui trafelato e felice per l’effetto catartico e liberatorio della psicanalisi autoindotta e scroccata innescando marce e curvando a mille all’ora; pago l’ingiusto non dovuto, scendo e mi saluta dicendo: “Se per colpa mia non andavate in onda, poi te giuro che nun ce dormivo”. Beh, di sicuro io adesso di sonno non ne ho più, sono più sveglia di un gallo dopato di caffeina e mi aspetto di veder spuntare un marziano dietro il tavolo della regia. Cosa voglio di più dalla vita?

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*