BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Dic
14

Tramvia reprise


Perdonatemi, sarò logorroico, non leggete se volete, ma assistere allo scempio di Firenze ne ho poca voglia. Non che questo breve post possa cambiare le cose, ma almeno un domani potrò dire di averci provato, di averlo scritto, come feci nel 2008 quando decisi di metterci la faccia candidandomi sindaco di Firenze. Speravo che la mancanza di fondi, in un momento storico e particolare dell’Italia avesse definitivamente archiviato i progetti della Linea 2 e 3 del treno in città vedendo anche il quasi totale fallimento sia d’utilizzo che di messa in opera della Linea 1. Ieri Renzi ha detto che i soldi ci sono e quindi si dia inizio ai lavori. Il fallimento della tramvia è possibile vederlo qui oppure in via Alamanni al semaforo con via Jacopo da Diacceto. Nel video si vede benissimo come una curva a corto raggio a 90° sia affrontata molto lentamente, inusuale per un mezzo che dovrebbe essere rapido ed efficiente. Purtroppo di curve come quella in una piccola città come Firenze ce ne sono a bizzeffe e non mi sembra che nessuno dei sostenitori del progetto abbia fatto obiezioni o chiesto chiarimenti. Si va avanti così sbandierando l’utilità a prescindere. Il semaforo sopracitato, invece, è ancora più esaustivo sui reali danni alla circolazione. Se il progetto del treno in città si fosse limitato all’occupazione delle linee ferroviarie già presenti, si poteva discutere o meno sulla reale quantità di utilizzatori delle varie linee, come già successo per il parziale fallimento della linea Firenze – Borgo San Lorenzo. Ma trattandosi di un opera altamente invasiva, basta andare a vedere dove la Linea uno interseca la normale viabilità, per capire che un domani il traffico sarà totalmente fermo. I più furbi diranno che è proprio per questo che viene messa in opera la tramvia, ma tali persone, sicuramente accecate e poco informate sui fatti, non sanno che nella zona dell’isolotto la soppressione degli autobus a favorito l’incremento della vendita delle due ruote, giusto per capire l’inutilità di un progetto in superficie. Comunque va bene così, Renzi ha riconfermato la sua futura candidatura a sindaco e stando agli ultimi risultati 87.000 cittadini gli daranno la loro preferenza e quindi il rinnovo del mandato. 7 anni dunque ancora di Renzi con la decisione di avviare e concludere i lavori come da lui promesso. Personalmente lo studio sull’impatto della tramvia l’ho feci già 4 anni fa insieme ad altre persone e confermo le brutte prospettive che ne vennero fuori. Il costo dell’opera oltretutto potrebbe servire per ripulire e restaurare la nostra storia, quella che ci ha dato da mangiare fino ad oggi. Sicuramente ad opera conclusa (forse) da tutto il mondo verranno a visitarci come città modello da non seguire nella realizzazione di opere urbanistiche… magari anche prendendoci un pò in giro pensando anche a cosa era realmente la nostra e cara vecchia città.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*