BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Apr
30

Troppi bari al tavolo da gioco di Nuccio Fava


ORA DI PUNTA

Non penso ad Emilio Fede che notoriamente del tavolo verde e del gioco d’azzardo è stato un grande amatore riuscendo addirittura a farsi licenziare dalla stessa azienda che pure lo aveva utilizzato nel modo più inverecondo. Né penso alle dichiarazioni di innocenza o “non ne sapevo nulla” di tanti dirigenti leghisti di primo piano e anche di altri partiti. I bari si annidano da per tutto. Utilizzano spregiudicatamente ogni mezzo – specie della pubblica amministrazione – per fare soldi per sé e per i loro amici. Del resto, una condizione così avvilente e meschina, con le sofferenze e sacrifici maggiori che ricadono su chi meno ha, non sarebbe possibile senza l’attività silente di simili cavallette operosamente attive in ogni ambito sociale.


Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*