BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Feb
06

Tunisia in fiamme, la rivoluzione non è ancora finita



Il brutale assassinio di Chokri Belaid, leader dell’opposizione secolarista in Tunisia, ha appiccato il fuoco delle proteste di piazza come ai tempi dello scoppio della Primavera araba. Belaid è stato ucciso appena uscito di casa, mentre si stava per recare al lavoro. Secondo i famigliari il politico è stato freddato da due colpi, uno alla testa e l’altro al collo. Immediate le reazioni. In tutto il Paese in migliaia sono scesi per le strade per protestare. Scontri con la polizia, gas lacrimogeni, spari. La situazione in Tunisia è drammatica.
continualeggeresupanorama

Media 3.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*