BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mar
15

« Un paese che campa alla giornata »


Francamente questo governo tecnico è fatto di luci ed ombre, di certo ci sta portando fuori dal baratro dove ci stava cacciando il precedente governo ; e per soprammercato ci ha ridato quella credibilità etica persa da anni.
Certo di problemi e rogne ne ha a bizzeffe, saltabeccando su i vari fronti di ‘ABC’ (leggasi Alfano, Bersani e Casini) , per poi perdersi in riunioni fiume con la triplice e Confindustria, mentre le fantomatiche liberalizzazioni sono ancora ai verbi difettivi. Quanto alle semplificazioni ed allo sfoltimento della gramigna della burocrazia, stiamo ancora alla fase del ‘pensatoio’ ; far chiarezza ai cittadini è decisamente un compito difficile a quanto pare.
Una cosina semplice semplice potrebbe essere quella di accorpare in un’unica ‘accisa’ (pro-Casta) quelle ridicole che si riportano dalla guerra di Etiopia del 1935-1936 ai tempi attuali vedi foto con commento ; visto che il costo di base della benzina è ormai a malapena del 36% mentre il carico fiscale sta superando il 60% ; è ben facile fare cassa così ma si perde di vista che si aumentano i costi e diminuiscono i consumi, non bisogna essere laureati alla Bocconi per capirlo.
Altra tarantella giornaliera la Rai, sulla quale nessuno vuole mollare i denti piantati da saecula e secolorum, un pozzo di san Patrizio per poltrone e prebende clientelari, dove la meritocrazia non ha mai messo piede.
Per la giustizia, meglio stendere un velo pietoso, la chiave di volta di concludere il Dl anticorruzione e ratificare il patto europeo, resta ancora in qualche cassetto del ministro di Giustizia ; mentre la magistratura quotidianamente pizzica con le dita nella marmellata, ovviamente, bipartisan, a destra e manca nelle varie amministrazioni e non.
Sempre in materia di Giustizia, ma quella con la G maiuscola, chissà come avrebbero reagito Falcone e Borsellino alla peana in onore di Dell’Utri ; ad assistere alle esternazioni d’insigni giuristi “fai da te”, il rileggere le memorie del prefetto Mori i dubbi diventano certezze.
Ma forse questo modo di campare alla giornata , gli permette di galleggiare nel mare monstrum dei politici, facendo attenzione di non cadere nelle acque infide e perigliose, dove s’annidano cricche, lobby, consorterie e tutta la fauna del sottobosco politico.
Ma vista l’aria che tira c’azzecca il pensiero di Charlie Brown :
«Una volta cercavo di prendere ogni giorno come veniva… sai, vivere alla giornata… La mia filosofia è cambiata: mi sono ridotto a vivere alla mezza giornata!».

OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


3 commenti

No ping yet

  1. Massimiliano Miniati
    Massimiliano Miniati scrive:

    Personalmente questo governo mi fa schifo più del precedente. Se Berlusconi si era un pò perso e sia lo stuolo di lecchini che di detrattori non aveva altro per la testa, se non Berlusconi appunto, questo governo fatto di tecnici e studiosi da la conferma che le scuole in Italia fanno schifo e che mio figlio di 8 anni avrebbe fatto le stesse cose.
    Ma evidentemente agli italiani sta bene così….
    Io penso sempre al Duce… 😉

  2. Francesco Iagher
    Francesco Iagher scrive:

    Non vederla così nera, appena arrivano ‘A B C ‘ l’Italia sarà un bengodi, male che và resta il Partito Unico Parassiti.

  3. Max Miniati
    Max Miniati scrive:

    Non avranno il mio voto… quello è poco ma sicuro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*