BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Apr
09

« Un salvatore dei cespuglietti »

D


al blog di Giuseppe Civati si legge :


Virgolette_chiuse


Ho votato a favore dell’abbassamento della soglia per le Europee
Come avevo promesso di fare, e come avevo chiesto si facesse, rivolgendomi con una lettera aperta a tutto il Pd, che non ha raccolto (e nemmeno considerato) la proposta opportuna che veniva da quasi tutte le forze di minoranza presenti in aula.
L’emendamento è stato presentato, tra altre proposte di correzione dello stesso segno, da Gennaro Migliore: la proposta era di abbassare dal 4 al 3% la soglia, per estendere la rappresentanza in Europa a forze che raccolgano comunque centinaia di migliaia (per non dire milioni) di voti.
Un problema che riguarda l’Italicum (che ha soglie addirittura doppie e triple) ma che vale in particolare per le elezioni europee, dove la questione della rappresentanza è ben più rilevante, con tutta evidenza, perché non è in discussione la governabilità.
virgolette1


pippo_civati02Si potrebbe anche dar ragione a tale iniziativa, per sostenere il diritto della rappresentatività espressa dagli elettori, ma non dobbiamo dimenticare il vecchio detto popolare che : ”Quando ci sono troppi galli nel pollaio non si fa mai giorno”.
La soglia di sbarramento, ha la funzionalità di sfoltire i partiti che non hanno un certo numero di elettori, premiando invece quelli che ne hanno un congruo numero ; non distorcendo minimamente il diritto democratico del voto.
Per i partiti dell’ultima ora, basti vedere i simboli presentati, è ovvio che abbassando la percentuale possono far parte della torta dei rimborsi elettorali ;
ed a tal riguardo la ‘Casta’, si sta dando da fare per reintrodurre i rimborsi elettorali per le elezioni europee.
Poi, parlando dei politici al Parlamento europeo, l’indignazione popolare è al livello di guardia, tanto per sapere :
“Resta la triste constatazione sulla scarsissima partecipazione dei nostri rappresentanti in Europa che fa posizionare l’Italia al sestultimo posto tra i 27 paesi membri con l’82% di presenza, a quasi dieci punti percentuali di distanza dagli eurodeputati austriaci che guidano la classifica.
Non mi stancherò mai di ricordare la disparità di trattamento e il privilegio di cui godono quelli che dovrebbero essere i nostri dipendenti. Mentre per noi comuni cittadini giustamente vi è una penalizzazione in caso di assenza ingiustificata al lavoro (detrazione busta paga e nei casi più gravi il licenziamento) nel magico mondo degli eurodeputati non vi è nemmeno decurtazione dallo stipendio (indennità parlamentare di ben 7mila euro). Questo perché il loro statuto (fatto da loro stessi e modificabile solo da loro) così prevede.
[Fonte Il fatto Quotidiano]
Se si volesse fare qualcosa di serio, la soglia di sbarramento al 10%, e le laute prebende commisurate in base alla effettiva presenza nel Parlamento Europeo, e non a zonzo per le varie TV ; almeno per riconquistare un minimo di credibilità politica.
Visto che il pensiero di molti è : “Basta al Parlamento Europeo Come Parcheggio dei Dinosauri e dei Trombati della Politica italiana”.

Media 4.33 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*