«

»

Ott
06

Una città che scricchiola

max_sfondo firenze


Se andate a ritroso nelle pagine del blog troverete post di denuncia sulla precarietà nella quale versa Firenze nelle sue infrastrutture. Il Lungarno Torrigiani è solo la punta dell’iceberg sul cattivo stato di manutenzione di tutti i nostri servizi. La recente rottura del tubo di via Bolognese che ha messo in crisi il traffico cittadino deve essere non un campanello, ma una sirena di allarme su quello che ci aspetterà nei prossimi anni. Una città dove il traffico non può neanche essere deviato per colpa della tramvia che ha occupato tutta le sede stradale delle maggiori direttrici di fatto occludendo ogni via di fuga agli automobilisti ma anche mezzi di soccorso e servizi vari. E’ dalla nascita del movimento che noi lo urliamo ai 4 venti: Firenze ha bisogno di nuove infrastrutture per i servizi, acqua, luce, gas, monitoraggio dei vecchi Lungarni, un reset totale fatto con lungimiranza. Dal 2002 (data dell’inizio lavori della tramvia) ad oggi sono stati spesi 600 milioni di euro e dal 2009 ad oggi la Linea uno ci è costata 90 milioni di euro e nessuno ha mai detto niente sui bilanci e sullo spreco di danari che potevano essere destinati al mantenimento della città. Purtroppo i colpevoli si annidano negli pseudo schieramenti politici ma che in realtà fanno parte di un unico disegno destra e sinistra compresi. Ma il tempo scorre inesorabilmente come inesorabilmente verranno fuori i problemi sempre più fino a che i fiorentini si ritroveranno un cumulo di “macerie” nelle periferie e forse un centro storico ancora “visitabile”.

Media 3.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*