BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mag
10

Uno strano risveglio


Successe già nel 2008 quando Barak Obama venne eletto presidente degli Stati Uniti d’America, quando i “neri” (adesso che l’ha confermato il ministro si può dire), anche qui da noi, presero più fiducia diventando più spavaldi e pretenziosi. Lavorando in un ufficio, al contatto col pubblico, ho assistito allo stesso fenomeno. Ieri si sono presentati al front office due persone con dei problemi amministrativi. Il fatto ha voluto che, come nella maggior parte dei casi, la questione doveva essere discussa in altra sede. Non contenti dell’operato dell’addetto, hanno iniziato ad alterarsi e a proferire parole del tipo “lo dico a Striscia (la notizia)”, “si va alle Iene…” e la peggio “informeremo il ministro del vostro comportamento…”
Sinceramente mi sono sentito un pò a disagio di fronte a tale atteggiamento in quanto, comunque, integrazione significa diritti, doveri e rispetto verso le istituzioni. Fino all’altro giorno nessuno aveva pensato di rivolgersi ad un ministro anzi, il cittadino normale lo detesta a prescindere, in quanto lo stato mette le mani nelle tasche dei cittadini. Ieri ho assistito ad un qualcosa di nuovo che mi è piaciuto poco e che spero resti un caso isolato. Il recente scomparso Andreotti diceva che ha pensar male si fa peccato, però questa nuova mancanza di rispetto e più che altro questo nuovo vigore, mi ha un pò insospettito. Sicuramente questo post si chiuderà qui come riflessione a caldo di un “bianco” che forse osserva troppo le sfumature della società circostante…Chissà…

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*