BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Feb
04

« variazioni religiose italiche : “dacci oggi in nostro televenditore quotidiano” »

O


rmai si è tracimati nel ridicolo di avanspettacolo, più che una campagna elettorale sembra di vedere una folla di televenditori come sul canale 800 di Sky, non ti salvi da nessun canale televisivo o radiofonico, la carta stampata ne puoi fare a meno, ma la rete è invasa dai loro imbonitori e peones. Berlu_vanna Il bello che non se salva uno, sono in competizione a chi le spara più grosse, all’insegna del populismo demagogico preelettorale, salva la parte che non è ancora mai stata al governo, per gli altri hanno una comune perdita di memoria che avrebbero potuto fare quello che stanno tele vendendo.
Un fatto che li accomuna tutti, sono i toni apocalittici se vincono gli altri mentre loro sono i salvifici della nazione, hanno tutti la vera pozione magica che risolleverà il paese dalla crisi economica ; portando pace sociale e benessere in ogni dove.
Ma il primo premio ex aequo, spetta sena alcuna ombra di dubbio, ad un politico che fa il comico ed un comico che fa il politico, la loro sete di protagonismo è indicibile, sgomitano in ogni dove per farsi vedere e sentire.
Ovviamente, si sono scatenati i network, in una gara di fotomontaggi, cinguettii di Twitter e messaggi su Facebook ; le loro battute hanno dato spunto ad un oceanica e goliardica presa in giro che sta facendo il giro del mondo.
Per farci una idea basta quest stralcio dell’Andokronos di ieri sul ‘patonza’ :
« la televendita è la metafora più gettonata anche nei ‘cinguettii’. Alessandra DeCamilli ironizza: “Berlusconi: restituiremo l’Imu in contanti o sul conto… e alle prime cento telefonate un set di pentole in omaggio!”. Mentre caniodica ‏suggerisce: “Silvio, se non ci metti anche la bicicletta a 18 rapporti con cambio Shimano sei poco credibile”. Tagliente la finta-difesa di Marcolino.rar: “Criticatelo pure ma questa è la miglior puntata di Mediashopping della storia”, twitta. Stessa linea per Khaleesi che lancia la #Propostashock degli italiani: “Restituiremo Berlusconi a Mediashopping”. E ancora altre prese in giro. Genio78 fa il verso al Cavaliere annunciando: “Restituiremo l’Imu ai senzatetto”. E Claudio Calicchia si spinge oltre: “Appena al governo, raddoppieremo subito gli stipendi ai disoccupati”. Un Berlusconi che gioca a Monopoli è quello tratteggiato nel tweet di Diego S. Oreti: “Berlusconi: ‘Restituirò i soldi dell’Imu, in cambio voglio Stazione Nord e Viale dei Giardini” ».
Mentre per il “trombone al pesto”, che come i giostrai sta girando l’Italia in lungo e per largo a caccia di consensi, a Bologna ne ha sparata una delle sue, prontamente smentita alla berluscaz, relativa al Mali che vien da pensare ma che c’azzecca, alla dipietresca memoria, ma per far audience tutto è buono per il circo della politica.
Il povero “usato sicuro”, dopo la tegola della MPS sta cercando di recuperare consensi e credibilità, ma la strada è in salita e perigliosa ; da una partenza di ‘gioiosa macchina da guerra’, si arrivando ad una festosa utilitaria di terza mano.
Per gli altri contendenti, c’è poco spazio per farsi notare veramente, sono come le ballerine di seconda fila che nessuno ricorda mai, si saprà solo che hanno fatto una campagna elettorale, ma senza suscitare grandi entusiasmi.

OkNotizie

Media 4.50 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*