BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
30

Venghino siori e siore


Venghino al Grande Circo delle elezioni Politiche del 2013. In effetti ho un pò tardato a scrivere questo post, forse in attesa di essere folgorato sulla via di Damasco, ma ancora una volta la realtà ha superato la fantasia. Il mio direttore Iagher preme sempre affinchè da questi schermi esca sempre qualcosa di nuovo e sicuramente avrà anche ragione viste appunto le liste e candidature elettorali. Iniziamo a snocciolare qualche personalissimo numero che vedremo il 28 Febbraio. Innanzitutto non cambierà nulla, ma proprio nulla. Stando a quanto visto e detto dal futuro premier Bersani ci sarà una forte continuità rispetto al governo Prodi con la sola mancanza di Mastella. Si perchè nonostante l’abisso di vantaggio di due mesi fa, oggi il buon Pierlu non è più seduto da solo al bar, bensì si trova in grande compagnia con i futuri alleati pronti già a riscuotere il sostanzioso obolo. Tutto questo si sarebbe potuto evitare non considerando affatto l’ennesimo ritorno in politica del Cavaliere Mascarato il quale, zitto zitto, quatto quatto, ha pensato bene di ritornare in auge tra una dormita e l’altra, lasciando un pò tutti ad un palmo di naso. Non contenti di questa riesumazione hanno pensato bene di mettere in moto tutta la macchina politico giudiziaria atta a gettare fango su di lui, di fatto tirandogli una volata niente male. Il problema di Berlusconi saranno proprio i suoi non collaboratori i quali, senza di lui, sarebbero arrivati ad un 10% circa tranne qualche personalità un pò più di spicco che poi ha tentato il rifugio in Fratelli d’Italia. Forse quelli del centro destra devono capire una cosa fondamentale: per fortuna che Silvio c’è e quando un domani non ci sarà bisogna che si inventino o creino o plasmino uno analogo o almeno con le sue caratteristiche di leader. Nel grande circo c’è anche la new entry Full Monty, il tecnico non politico diventato in questi giorni politico non tecnico, di fatto sconfessando quanto fin’ora fatto da lui stesso in chiave tecnica. Mah! Misteri tutti italiani pensando anche alla laurea conseguita alla Bocconi… o forse era “a Bocconi”… Il buono Monti lo porta cancellando definitivamente dalla politica Fini e Casini che andranno (si spera) a far compagnia al buon vecchio e caro Bertinotti. Prendi uno e lasci due dunque… come inizio già ci piace. Del centro sinistra ci sono anche le nuove formazioni delle quali non ricordo neanche i nomi capeggiate dal leader dei porta-acqua-a-Bersani quel Vendola già seduto a Montecitorio, più il magistrato-politico Ingroia, spalleggiato da un sempre più insignificante (in senso numerico) Di Pietro, e i transfughi dell’IDV che ora si chiamano Centro Democratico. Il bello è che gli elettori di centro sinistra hanno già abboccato e me lo confermano in tanti i quali non voteranno per il loro leader Bersani ma le varie correnti che lo appoggiano affinchè lui si possa muovere meglio. Misteri dell’elettore italiano. Dulcis in fundo ma oramai un pò perso e avvitato su se stesso Beppe Grillo ed il suo movimento a 5 Stelle parecchio indietro nei sondaggi, praticamente al posto del PDL di due mesi fa. Peccato perchè se non altro tra i vari fenomeni circensi lui poteva essere il loro vero leader, sicuramente di peggio non avrebbe mai fatto. Un capitolo a parte spetterebbe alla Lega ma questo post parla di elezioni italiane…

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*