«

»

Ott
14

Verso dove? di Ennio Simeone


ORA DI PUNTA


Ha creato subito uno sconquasso nel Pd l’irruzione di Matteo Renzi nella campagna congressuale che dovrà portare l’8 dicembre – al termine del periodo dichiaratamente di transizione del “traghettatore” Epifani – alle primarie per la scelta del successore di Bersani, dimessosi dopo il disgustoso tradimento dei 101 parlamentari del Pd che la sera avevano partecipato con gli altri alla acclamazione per la candidatura di Prodi al Quirinale e la mattina non lo avevano votato. Siccome il rampante sindaco di Firenze (che dice di voler rimanere tale anche in seguito) punta non a vincere ma a stravincere, in modo da poter usare la carica di segretario come trampolino per la corsa a Palazzo Chigi, è inevitabile che si aggrappi a qualunque leva possa farlo schizzare in alto rispetto agli altri tre competitori. E per il lancio del suo slogan, geniale anche per la sua ambiguità – “L’Italia cambia verso” – ha scelto l’obiettivo più alto, Giorgio Napolitano, catturando due piccioni con una fava, cioè coinvolgendo nell’attacco, senza nominarlo, anche Enrico Letta, che ha controfirmato da presidente del Consiglio il messaggio del capo dello Stato alle Camere sull’emergenza carceri.
Sparando contro indulto e amnistia, Renzi punta a conquistare simpatie sia nell’elettorato di centrosinistra (che guarda con sospetto a un provvedimento di clemenza di cui potrebbe beneficiare Berlusconi) sia nell’elettorato di centrodestra (che si prefigura l’uscita dalle carceri di eserciti di delinquenti). E’ lampante, quindi, che la sua campagna non è mirata solo “verso” il popolo del Pd (iscritti e simpatizzanti) chiamato a scegliere il suo segretario e i suoi dirigenti, ma “verso” tutto l’elettorato nel quale punta a guadagnare consensi per future elezioni politiche, che lui si adopererà poi per rendere quanto più vicine possibile.
Nessuna meraviglia, dunque, se continuerà a fare il “verso” a Grillo e a Berlusconi. Per puntare “verso” Palazzo Chigi.

Media 3.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*