Errore 404 - Pagina non trovata

Spiacente, ho cercato ovunque ma la pagina che cerchi non la trovo, forse è inesistente!

Se hai seguito un link da un altro sito, forse ho rimosso o rinominato la pagina che cercavi. Ti consiglio di provare a cercare la pagina:

Risultati consigliati

Ho effettuato per te una ricerca con il termine . Guarda tra i risultati se trovi ciò che stai cercando...

  • Ed eccoci al suk elettorale a caccia di voti n.08

    I ndefessamente i “Mastrota” della politica continuano alle bancarelle delle mirabilia salvifiche per l’Italia, chi ha qualche euro che gli cresce può tentare, con 30/40.000 € ci si compra un seggio dal partito del berlusca; gli altri si accontentano di oboli ma non promettono nulla. Il bello di questa pseudo campagna politica e che sui costi delle proposte non c’è chiarezza, il che si direbbe che è ovvio intanto ne parlano poi non lo fanno; a stare dietro i loro vaneggiamenti economici le stime accreditate dicono che il tutto costerebbe tra i 140 e i 300 miliardi di euro; ne …

  • “Piove, sindaco ladro!”. La riforma che nessuno promette – 

    Non farei mai il sindaco! Mi rifiuterei di farlo non solo di una città-monstre come Roma (vissuta dal doppio delle persone  – di ogni provenienza – che risultano all’anagrafe e che pagano le tasse, disseminate su una superficie di oltre 40 chilometri di diametro) Sorgente: ORA DI PUNTA/ “Piove, sindaco ladro!”. La riforma che nessuno promette – L’altroquotidiano.it Media 3.00 su 5

  • Animali estinti: il Politologo

    Come li compatisco, i politologi. Un tempo fiorivano, sui rami dei giornali erano appesi a grappoli, brillavano giulivi nei cieli della politica, per dirla in gergo mentanese. Il politologo era un incrocio tra l’ostetrico, l’esorcista e il veterinario dei politici. Adesso prova a dare del politologo a qualcuno, rischi la querela. I politologi sono animali estinti o quiescenti e i superstiti sono tornati al mestiere d’origine: si fanno chiamare storici, economisti, sociologi, scienziati, perfino giornalisti. A me politologo? Dillo a tua sorella. Perché è scomparsa la materia prima, la politica, o è irriconoscibile alle loro analisi, sono saltati i partiti …

  • MATTARELLA E L’ASTENSIONISMO

    Media 3.00 su 5

  • Le riflessioni di Gianni Di Quattro

    C’è sempre da augurarsi che le persone equilibrate, laiche, non prigioniere di pregiudizi, rispettose e aperte alla innovazione intervengano, esprimano le loro idee, dibattano ovunque nei salotti, nei social network e in occasioni pubbliche e private è così che un popolo può piano piano crescere ed evolversi, liberarsi dall’odio e da rancori, andare incontro ad un futuro migliore Questa gente che discute di cose su cui non ha competenza e che non conosce mi ricorda quelli che discutevano sulla costituzione un anno fa senza averla mai letta e avere solo intravisto qualche commento interessato di qualche agitatore sociale o peggio …

  • Ed eccoci al suk elettorale a caccia di voti n.07

    A I programmi variegati non poteva mancare questo di SkyTG24 del 2016: Elezioni: tra doppi sensi e refusi, ecco i manifesti più curiosi. ; da scompisciarsi e rendersi conto di dove sia arrivato il livello politico; aspettiamo con ansia quelli del 2018. Una cosa è certa, questa campagna elettorale tutti promettono di abolire qualcosa, oppure di restaurare vecchi orpelli in disuso, come scrive “linkiesta” bel suo articolo : di Marco Sarti : “Parola d’ordine: abolire tutto, il triste epilogo di una politica senza un’idea di futuro” Un tempo le promesse elettorali servivano per guardare al futuro, dare un’idea del paese …

  • ORA DI PUNTA/ Gentiloni e Minniti da Tripoli al Cairo  

    Italiani? Un popolo al quale si possono raccontare impunemente delle balle grossolane senza suscitare reazioni adeguate: per pigrizia o per assuefazione. Sembra questa la convinzione che guida il presidente del Consiglio e i suoi ministri. Media 3.00 su 5

  • Un giornalista folgorato sulla via di Marchionne  

    Domenica 14 dicembre su “Repubblica” è apparso un curioso articolo dal titolo “USA, quando il protezionismo funziona”, nel quale Federico Rampini, il famoso fustigatore liberal delle politiche di Trump, riferisce della decisione di Marchionne Media 3.00 su 5

  • FRANCESCHINI, L’ATTILA DELLA CULTURA

    Media 3.00 su 5

  • Elogio dell’indugiare. E del tempo perso – 

    Viviamo in un mondo in cui ci è richiesto di essere efficienti. Pronti. Svelti. Una cosa brucia l’altra. Un progetto ne sostituisce un altro, un desiderio pure. Alla ricerca di non si sa bene cosa. I nostri figli devono essere pronti. Media 3.00 su 5