BLOG : La voce di quasi tutti

Apr
13

Il vostro maestro è un Dop di Alex Corlazzoli

Non me l’aspettavo di finire anch’io etichettato con una di quelle sigle che vanno tanto di moda nell’epoca degli acronimi didattici. Eppure cari allievi, qualche giorno fa anche il vostro maestro è stato “battezzato”, è entrato a far parte di quelli “problematici”, […] Continua a leggere …



Apr
08

Senza zaino e senza voto di Alex Corlazzoli

“La scuola la vorrei senza pagelle e con tante cordiali chiacchiere con i genitori, perché, alla fine, invece di una bella pagella, si abbia un bel ragazzo, cioè un ragazzo libero, sincero, migliore comunque”. Sono le parole di un uomo diventato maestro appena finita la seconda Guerra Mondiale: Mario Lodi, l’autore di Cipì. […] Continua a leggere …



Apr
07

Quelle scuole senza giardino di Valentina Guastini

Rifletto su quei bambini che vivono in condomino, con genitori presi dal lavoro e magari poco presenti o attenti. L’educazione naturalistica, o meglio uno sviluppo soddisfacente di un’intelligenza naturalistica è quindi affidato esclusivamente alla scuola; il compito al quale deve assolvere non è di poco conto, direi quasi prioritario per i tempi che viviamo.[…]… Continua a leggere …



Mar
15

Perché ho smesso di assegnare compiti di Giampiero Monaca

Sono un maestro elementare da dieci anni, ho provenienza e formazione come educatore scout. Prima di scegliere di accettare il posto a scuola ho fatto il grafico pubblicitario e avevo una linea di abbigliamento equo e solidale per il tempo libero. Ho sempre insegnato in modo pratico attivo: si impara facendo più che studiando […]… Continua a leggere …



Mar
10

Quando l’esercito entra a scuola di Renato Sacco

“Che bello”, verrebbe da dire. Almeno una cosa a favore dei bambini, con tutta la crisi che c’è, ecc. Questo accordo con una caserma, un’amministrazione comunale e una direzione didattica “è importante – spiega Matteo Besozzi, sindaco di Castelleto Ticino e Presidente della Provincia di Novara […] Continua a leggere …



Mar
04

Apprendere è relazione di Alain Goussot

Quest’anno potrebbe essere chiamato l’anno Freinet, in effetti il grande educatore francese scompare cinquant’anni fa nell’ottobre 1966. Il suo pensiero pedagogico e la sua esperienza educativa hanno segnato generazioni di insegnanti e educatori in Francia, in italia, in tutta Europa ma anche in America latina. […] Continua a leggere …



Mar
02

Un po’ di tutto e di tutto un po’

Care signore e signori che ogni giorno preparate il cibo per nutrirci a mensa, siamo le bambine e i bambini della 4C della scuola primaria Rio Crosio di Asti. Negli anni ci siamo accorti che ciascuno di noi ha delle pietanze che gradisce maggiormente e ha bisogno di diverse quantità di cibo per soddisfare il suo appetito […]… Continua a leggere …



Mar
01

Il tempo di Sabina Bello

La giornata [all’asilo, ndr] inizia alle 7,30 e porta con sé in quest’orario una particolare intimità. È un tempo di preparazione, dove nella calma si può predisporre quello che è necessario per la giornata, lavare la frutta, predisporre le attività […] Continua a leggere …



Feb
27

Leggere significa correre grossi rischi di Emilia De Rienzo

La storia avrebbe dovuto insegnarci che non possiamo vivere e agire come come se non fosse successo nulla nel ‘900″, come se “lo sterminio per fame o per violenza di circa settanta milioni di uomini, donne e bambini in Europa e in Russia tra il 1914 e 1945 non avessero alterato in profondità, la qualità della nostra consapevolezza”… Continua a leggere …



Feb
19

Lavoriamo in un’aula qualunque di Claudia Fanti |

Mi pare, che ci sia un’accelerazione, ma verso quale luogo del futuro non so, non voglio neppure figurarmelo, immaginarlo. Mi vorrei fermare al presente per ragionare su ciò che abbiamo e non abbiamo. Leggo di scuole “moderne”, di flipped classroom, di scuole senza zaino […] Continua a leggere …