BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mar
08

Impuniti

max_sfondo firenze


Lo schifo pervade la nostra società e noi stiamo zitti di fronte al più totale sconquasso che la politica italiana abbia mai affrontato. E’ vero, chi è causa del suo voto pianga se stesso, ma qui non siamo più vittime del nostro voto, o almeno lo siamo in parte, ma è dal 2009 che l’esecutivo non è diretta espressione popolare ma di una strategia ben orchestrata. 140 sono gli inquisiti nelle file del PD più gli altri sparsi un pò ovunque in varie fazioni che nonostante tutto girano ancora per il Transatlantico o siedono sugli scranni del potere. Impuniti e palesemente rei eppure ancora a parlare e pontificare. Magistrati che dovrebbero custodire le chiavi della giustizia che si trasformano in politici dopo aver azzerato con le manette la parte avversaria (Di Pietro e De Magistris docet). Un popolo, una nazione dovrebbe invocare a gran voce una nuova elezione con nuove regole, tirare una linea (non come Lapo Helkan) e ripartire da zero, bonificando 25 anni di totale immobilismo o quasi, ripartendo dalle macerie che non sono solo quelle del terremoto. Creare una nuova classe politica, non dico esente da qualche peccato tipo una bolletta non pagata, ma esente da quel sistema che ha portato tutto e tutti ad essere coinvolti, a volte loro malgrado, nel malaffare. Adesso l’unico obiettivo è arrivare a settembre per riscuotere il vitalizio e statene certi che faranno di tutto per raggiungere la meta. Pensateci un pò, il ministro dell’istruzione Fedeli, la strapagata, arriverà a settembre e potrà maturare uno stipendio da nababbo senza neanche aver conseguito una laurea. Esisterà un punto zero da dove poter ripartire? Un idea ce l’avrei se com’è vero che la storia si ripete ciclicamente.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*