BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Set
09

Lo stillicidio di vite perdute sul lavoro.


Prendo lo spunto da un bel commento ricevuto da Pietro Atzeni, che ripropongo :
“ti invito a una riflessione: in Italia muoiono, per mancanza di sicurezza nel lavoro, ogni santo giorno tre o quattro operai che non trovano grande risalto sui media che preferiscono divulgare queste notizie a carattere scandalistico. Penso che quello che facevano i trans si è sempre fatto e abbiano commesso reato di atti osceni in luogo pubblico e per quanto riguarda invece gli operai una maggiore attenzione mediatica gioverebbe a una loro maggiore tutela, ma la stampa dice che queste notizie non fanno ascolto o audience.”
Oserei dire una riflessione amara, mentre scrivo anche oggi tre vite cadute sul lavoro, sta diventando una moria costante, una vera ecatombe alla quale i media danno la notizia stringata tanto per far sapere il fatto.
Di contro, a quando si è visto, nessuna iniziativa a sollevare il problema che sta diventando estremamente urgente per la salvaguardia della vita umana sul posto di lavoro, se la menano su bagattelle varie anteferie, ormai si rinvia tutto a settembre.
Riportando di oggi : “Roma, 1 ago. (Adnkronos) – Calano gli infortuni sul lavoro ma aumentano le morti bianche: nel 2006 a fronte di un -1,3% negli incidenti si è registrato un +2,2% dei casi mortali. Crescono anche gli infortuni in itinere, quelli che si verificano nel percorso tra casa e lavoro e viceversa: +1,8% passando da 89mila casi nel 2005 a quasi 91mila nel 2006. Ad ufficializzare i dati è l’Inail nel Rapporto annuale 2006 pubblicato oggi.”.
Salvo questa statistica, azioni di merito non se ne vedono, interventi politici di peso latitanti ; quasi fosse un problema marginale che non suscita molto interesse.
In compenso oggi, con grande battage mediatico, l’inizio di una iniziativa che in fondo in fondo ha qualcosa di buono, i nostri bravi politici si sono sottoposti volontariamente ad un test antidroga sponsorizzato dall’UDC ; ci si aspettava un presenza più sostanziosa.
Qualche parlamentare ha bofonchiato “è solo un’iniziativa propagandistica e demagogica”…. ma se non hanno nulla da nascondere perché non farlo ?
L’antipolitica è nata è proprio da questi fatti e dall’insipienza di chi dovrebbe rappresentarci.

Media 3.50 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*