BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
07

Pensierino di Falbalà di Matilde Mangold

01_avatar_studio_tv_la_7


Niente redazione, dopo la prima settimana dell’anno densa di salite e ostacoli oggi sono off duty e dovrò dedicare buona parte della giornata alle incombenze rimandate nel periodo delle feste natalizie. Leggo le notizie e i commenti sparsi nella rete e noto – non sono certo l’unica a notarlo – l’assordante silenzio delle pseudofemministe, dei sostenitori dei diritti umani, dei sinistrorsi propugnatori del relativismo spinto all’ennesima potenza riguardo gli orribili fatti di Colonia, di cui oggi si possono ascoltare alcune testimonianze sul Corriere on line. Vogliamo ancora parlare di gesti isolati di pochi “birbaccioni”? o vogliamo finalmente prendere coscienza che l’accoglienza sconsiderata e incontrollata rischia di portare allo sfacelo l’Occidente, travolgendo i valori su cui si fonda la nostra civiltà e – diciamolo forte – la nostra LIBERTA’? Libertà è una parola che non ha alcun significato nei paesi di matrice islamica. Il libero arbitrio nella loro religione non esiste, così come non esiste il rispetto per le donne, considerate diverse e inferiori, al punto da rifiutare di scambiare una stretta di mano fra uomini e donne che non abbiano rapporti di parentela. Lo vogliamo capire o no che stiamo rischiando di abbracciare una inciviltà retrograda e che non è l’accoglienza indiscriminata a favorire l’integrazione? perché l’integrazione non è una questione “fisica”, materiale, basata sul concetto di porte aperte a tutti. L’integrazione presuppone innanzitutto accettazione dei valori e delle regole del paese in cui si intende migrare. E tutto questo, al momento, è inesistente. La cosa peggiore è che i governi sostenitori di questa scellerata politica di accoglienza si preoccupano soltanto di trovare nuovi modi per giustificare le violenze e l’assenza di rispetto, la discriminazione verso le donne, anche le NOSTRE, come si è visto a Colonia e Amburgo. Non saranno soddisfatti finché non realizzeranno che E’ TROPPO TARDI per porre rimedio. C’è una sola parola per definire questa politica insensata e cieca: criminale. E c’è una sola parola per definire chi tace e scusa ogni gesto efferato: IPOCRITI.
Volo verso la mia lunga giornata, per oggi ho fatto il pieno del disgusto.
Buongiorno!

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*